Ci siamo, la neve è arrivata, la voglia di rimettere i due assi sotto i piedi pure, l’unico dubbio è legato al tanto vento tirato nei gg precedenti.
Grazie però ad un soprralluogo di Cris si va a colpo sicuro: Cimone da Doccia, la gran classica, un inizio col botto per Andrea.
Le condizioni paiono subito buone, mezzo metro di neve gia dura al parcheggio e che mollerà ben poco durante tutta la giornata.
Salita sulle vecchie piste e lungo il paginone centrale su neve dura ma non ghiacciata alla  ricerca delle zone meno ripide per non dover mettere i rampant, ultima rampa fino alla cima un po pelata ma che comunque non darà problemi ne in salita ne in discesa.
In cima, come c’era da aspettarsi, c’è il mondo ma va bene così, pausa cibo e relax poi via per la prima sciata della stagione. La discesa si rivelerà molto bella, trasformata primaverile dove il sole aveva scaldato di più, un pò più dura nelle altre zone ma cmq ben sciabile, pure nei tratti in basso.
Che dire. Speriamo continui così!